Sul sito dell'INAIL sono state pubblicate le linee guida per le misure anti-contagio nel settore della cura alla persona.

Poiché nell'ultima ordinanza della Regione Liguria pubblicata domenica 10 maggio si fa specifico riferimento proprio ai "protocolli INAIL laddove determinati" si ritiene che per la probabile riapertura del 18 maggio ci si dovrà attenere a dette disposizioni.

Di seguito le principali indicazioni contenute nel documento:

-          le prestazioni sono erogate esclusivamente su prenotazione, previo appuntamento on-line o telefonico per prevenire ogni forma di affollamento;

-          ogni cliente accede al locale da solo. Nel caso di clienti che necessitano di assistenza (ad es. minori, disabili, etc.) è consentita la presenza di un accompagnatore da concordare in fase di prenotazione;

-          per garantire il distanziamento fra le persone gli spazi devono essere ottimizzati;

-          il numero delle persone presenti nel locale va limitato allo stretto necessario;

-          eliminare riviste ed ogni altro oggetto che possa essere di utilizzo promiscuo nel locale;

-          è obbligatorio l’utilizzo di mascherine di comunità da parte del cliente, ad eccezione del tempo necessario per l’effettuazione di trattamenti che lo inibiscano (ad es. cura della barba);

-          è obbligatorio per i lavoratori l'utilizzo di mascherine chirurgiche durante tutta la giornata lavorativa;

-          l'uso della mascherina chirurgica deve essere associato a visiere o schermi facciali per le attività di cura del viso e della barba;

-          per le attività di cura del viso che prevedono l’utilizzo di vapore e/o generazione potenziale di aerosol è previsto l'uso di dispositivi di protezione individuale di livello protettivo superiore (FFP2 o FFP3 senza valvola espiratoria);

-          fornire al cliente durante il trattamento una mantella o un grembiule monouso ed utilizzare asciugamani monouso; se riutilizzabili, devono essere lavati ad almeno 60°C per 30 minuti;

-          posizionare soluzioni disinfettanti e dispenser con soluzioni idro-alcoliche o a base di altri principi attivi per l’igiene delle mani all’ingresso e in corrispondenza delle postazioni di lavoro a disposizione del personale e della clientela;

-          sanificare dopo ogni trattamento/servizio l’area di lavoro e gli strumenti utilizzati, oltre le normali procedure di prevenzione in atto per il settore, con disinfettanti idroalcolici o a base di cloro secondo le indicazioni fornite dalle circolari del Ministero della Salute e dal Rapporto ISS COVID-19, n. 19/2020;

-          garantire un ricambio d’aria regolare e sufficiente nei locali di lavoro favorendo, in ogni caso possibile, l’aerazione naturale anche mantenendo la porta di ingresso aperta;

-          sono inibiti, ove presenti, l’uso della sauna o del bagno turco, come anche quello delle vasche idromassaggio.

Si rimanda comunque alla lettura dell'intero documento reperibile a questo link.

I documenti o sono citati direttamente all'interno del documento o comunque possono coadiuvare per gli interventi di sanificazione:

Rapporto ISS COVID-19 n. 5/2020 del 21 aprile 2020

Rapporto ISS COVID-19 n. 19/2020 del 25 aprile 2020

Rapporto ISS COVID-19 n. 20/2020 del 8 maggio 2020

Circolare del Ministero della Salute n. 0005443 del 22 febbraio 2020

cosa ti offriamo

servizi web