Sulla Gazzetta Ufficiale n° 285 del 06/12/2012 è stato pubblicato un comunicato con il quale il Ministero del Lavoro rende noto che, in data 30/11/2012 - con decreto interministeriale - sono state recepite le "procedure  standardizzate" per la valutazione dei rischi di cui all'art. 29, c. 5, del D. Lgs. 81/08, reperibili nel sito web dello stesso Ministero [clicca qui per visualizzare il sito]



All'art. 2, si precisa che il Decreto "entra in vigore il sessantesimo giorno successivo alla notizia della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, fermi restando i termini di cui al Decreto Legge 12/05/2012, n° 57". Trattasi del provvedimento che ha fissato al 31 dicembre 2012 - salvo auspicabili proroghe dell'ultimo minuto! - il termine perentorio oltre il quale NON è più consentito ricorrere allo strumento dell'autocertificazione.

A prescindere dai 60 giorni previsti per l'entrata in vigore del decreto recante le procedure standardizzate, quindi, dal 1° gennaio 2013 l'autocertificazione attestante l'avvenuta effettuazione della valutazione dei rischi NON sarà più valida; i datori di lavoro che hanno fatto ricorso a tale strumento (ovvero, di norma, i datori di lavoro che occupano sino a 10 addetti) potranno quindi assolvere agli obblighi di valutazione ricorrendo alle procedure standardizzate che - pur non ancora in vigore - sono state comunque pubblicate sul sito del Ministero.

Il tempo concesso per affrontare i nuovi adempimenti è veramente ristretto (20 giorni, festività natalizie comprese); pertanto, oltre a denunciare l'ennesima complicazione burocratica che penalizza le piccole imprese già sovraccaricate di adempimenti e scadenze, CNA sta sollecitando - tramite RETE Imprese Italia che vede unite le associazioni di categoria più rappresentative sul piano nazionale - un provvedimento che proroghi l'imminente scadenza.

Vi invitiamo quindi a contattare i ns uffici per avere ulteriori notizie in merito.

cosa ti offriamo

servizi web