In merito al Decreto firmato la scorsa settimana dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando sul cosiddetto “DURC di congruità” si sottolinea quanto segue:

  • il decreto attua quanto previsto dall'Accordo collettivo del 10 settembre 2020 sottoscritto dalle organizzazioni più rappresentative per il settore edile;
  • nel decreto viene ricordato che rientrano nel settore edile tutte le attività per le quali trova applicazione la contrattazione collettiva edile, nazionale e territoriale;
    l'attestazione di congruità è rilasciata, entro dieci giorni dalla richiesta, dalla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente. Giova ricordare che la Cassa Edile o Edilcassa è uno specifico strumento di applicazione contrattuale esclusivamente del settore dell’edilizia;
  • Il Decreto si applica ai lavori edili per i quali verrà presentata la denuncia di inizio lavori alla Cassa Edile/Edilcassa territorialmente competente a partire dal 1° novembre 2021.

Pertanto il Decreto non coinvolge in alcun modo le imprese del settore installazione impianti che applicano un contratto diverso da quello edile (CCNL meccanica) ed i cui enti bilaterali sono diversi dalla Cassa Edile o Edilcassa, enti con i quali le imprese del settore installazione impianti non hanno alcun tipo di rapporto.

Si esorta quindi le aziende del settore a segnalare eventuali tentativi da parte delle stazioni appaltanti, o altri, di richiedere indebitamente il DURC di congruità alle imprese del nostro settore.

cosa ti offriamo

servizi web