Il 24 gennaio 2019 è entrato in vigore il DPR 146 del 16 novembre 2018 che recepisce il regolamento (UE) n. 517/2014 sui gas florurati ad effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006. Il decreto in questione va inoltre a sostituire integralmente la previgente normativa relativa all’utilizzo di Gas Florurati, il DPR 43/2012.

 

download copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia copia

La novità più rilevante introdotta dal decreto riguarda la creazione di una Banca Dati sui gas florurati gestita dalle Camere di Commercio, alla quale dovranno essere iscritte imprese e persone che dovranno comunicare le vendite di Fgas e delle apparecchiature che contengono Fgas, le attività di assistenza, manutenzione, installazione, riparazione e smantellamento degli impianti contenenti gas florurati. I rivenditori dovranno a loro volta inserire i dati relativi alle vendite effettuate, compresi i numeri dei certificati, nonché indicazioni sugli utilizzatori finali in caso di precaricate.

Dal 24 settembre 2019 le imprese e persone fisiche certificate dovranno trasmettere, entro 30 giorni dall’installazione di apparecchiature Fgas, tutte le informazioni richieste inerenti ad operatore, installazione, tipologia di apparecchiature e di Fgas in esse contenuto alla Banca Dati in via telematica.
Gli stessi adempimenti andranno inoltre eseguiti a partire dall’effettuazione del primo controllo delle perdite, nelle operazioni di manutenzione, riparazione e smantellamento di apparecchiature già installate nonché per ogni successivo intervento.

Va sottolineato che i certificati rilasciati ad imprese e persone fisiche sulla base dei regolamenti precedenti all’entrata in vigore del DPR 146/2018 resteranno validi fino alla loro naturale scadenza per le attività per cui sono stati rilasciati.
Inoltre, i certificati rilasciati alle persone fisiche per le attività di installazione, manutenzione e riparazione delle apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti gas florurati ad effetto serra potranno essere estesi anche alle attività di installazione, manutenzione, riparazione e smantellamento delle celle frigorifere di autocarri e rimorchi frigoriferi contenenti Fgas, previa verifica dell’esistenza dei requisiti di idoneità per operare su dette apparecchiature con il rilascio di un’apposita certificazione integrativa.

Infine, il Registro Telematico Nazionale per persone e imprese certificate gestito dalle Camere di Commercio continuerà ad esistere e sarà possibile effettuare l’iscrizione ad esso anche prima del conseguimento della certificazione correlata all’attività svolta. Tuttavia, se le persone fisiche o le imprese non conseguiranno tale certificazione entro 8 mesi dall’iscrizione, verranno automaticamente cancellate dal Registro.
Ne segue che le imprese e persone già iscritte al 24/01/2019, ma non ancora certificate, dovranno conseguire i pertinenti certificati o attestati entro e non oltre il 24 settembre 2019, pena la cancellazione dal Registro Telematico Nazionale.

Per ulteriori informazioni e per scaricare le LINEE GUIDA COMPLETE DI CNA INSTALLAZIONI ED IMPIANTI rivolgersi all'Ufficio Ambiente nella persona di Simone VIAZZO: tel 019.829708 (int.3), e-mail: simone.viazzo[at]cnasavona.it 

cosa ti offriamo

servizi web