Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto direttoriale del 24 ottobre 2017, ha comunicato modalità e termini di presentazione delle domande di agevolazione relative alla concessione di voucher finalizzati alla digitalizzazione delle imprese.

Un “voucher” di importo non superiore a 10 mila euro per le micro, piccole e medie imprese, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

voucher

Che cosa finanzia?
Il voucher è utilizzabile per l'acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:
- migliorare l'efficienza aziendale;
- modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
- sviluppare soluzioni di e-commerce;
- fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
- realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente all’assegnazione del voucher entro 6 mesi dalla pubblicazione del provvedimento.


Come funziona?
Le domande potranno essere presentate dalle imprese, attive e iscritte al Registro delle Imprese, esclusivamente on line, a partire dalle h 10.00 del 30/01/2018 e fino alle h 17.00 del 9/02/2018.
Per l'accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.
Segnaliamo che il MISE procederà alla verifica della regolarità contributiva, acquisendo d’ufficio il DURC.

Rivolgiti all'Ufficio credito di CNA Savona per un'analisi di fattibilità, per l'assistenza alla presentazione delle domande e per conoscere altre opportunità agevolative attraverso la nostra referente Lorenza Scapuzzi Tel. 019 829708, e-mail credito[at]cnasavona.it

Elenco documentazione necessaria

1. Copia di documento di identità valido del legale rappresentante dell’impresa
2. Copia di una visura camerale completa e aggiornata
3. Elenco degli eventuali contributi pubblici concessi dal 1/01/2016 a oggi (Artigiancassa, POR, Inail, Eblig, assunzioni “Job Act” con contributi de minimis,…) o copia delle delibere
4. Preventivi intestati all’impresa richiedente, dettagliati per singoli costi unitari
5. Ultimo bilancio approvato e indicazione del numero degli occupati ULA durante l’ultimo anno (stagionali e part time sono frazioni di ULA)
6. Indicare se l’impresa è associato e/o collegata ad altre imprese
7. Indicare se l’impresa è in possesso del rating di legalità
8. Indicare il numero di dipendenti alla data di presentazione della domanda
9. Marca da bollo da € 16,00

cosa ti offriamo

servizi web