L'art. 1 della Legge 11 dicembre 2012, n. 224 - pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2012 - ha modificato La legge n. 122 del 5 febbraio 1992 sull'autoriparazione.
È stato quindi introdotto il concetto di 'meccatronica', la disciplina che unisce meccanica, elettronica ed informatica.

Per effetto di tali norme, l'attività di autoriparazione si distingue ora nelle attività di:
a) meccatronica;
b) carrozzeria;
c) gommista.

Con l'art. 1 vengono unificate, in una nuova categoria detta 'meccatronica', le due preesistenti attività di meccanico-motorista ed elettrauto.

L'art. 3 reca invece le seguenti norme transitorie:
a) le imprese che, alla data di entrata in vigore di tale modifica (5 gennaio 2013), sono già iscritte nel Registro delle imprese o nell'Albo delle imprese artigiane e abilitate sia alle attività di meccanica e motoristica sia a quella di elettrauto, ai sensi della L. n. 122/1992, nel testo vigente prima dell'entrata in vigore della legge di modifica, sono abilitate di diritto allo svolgimento della nuova attività di meccatronica;
b) le imprese che, alla data del 5 gennaio 2013, sono iscritte nel Registro delle imprese o nell'Albo delle imprese artigiane e sono abilitate alle attività di meccanica e motoristica o a quella di elettrauto possono proseguire le rispettive attività per i cinque anni successivi alla medesima data e quindi ENTRO IL 04/01/2018.

Entro tale termine, viene prevista la frequenza obbligatoria di un corso professionale per tutte le persone preposte alla gestione tecnica che non siano in possesso di almeno uno dei requisiti tecnico-professionali previsti dalle lettere b) e c) del comma 2, dell'art. 7, della Legge n. 122/1992. Prevista, infine, una deroga per le persone preposte alla gestione tecnica che abbiano compiuto 55 anni alla data del 5 gennaio 2013.

Si evidenzia inoltre che il Ministero ha emanato una circolare (n. 3659/C del 11/03/2013) che spiega che gli imprenditori in possesso di una sola delle due qualificazioni (meccanico o elettrauto) potranno richiedere il riconoscimento della nuova qualificazione se, per almeno tre anni nel quinquennio precedente l'entrata in vigore della Legge n. 224/12 (5 gennaio 2013), possono dimostrare di aver operato su sistemi complessi riguardanti la meccatronica (ad es.: impianti di iniezione elettronica, ABS, ESP, impianti di raffreddamento non tradizionali, climatizzatori, cambi automatici e sequenziali, centraline elettroniche).

La dimostrazione potrà avvenire attraverso l'esibizione di fatture accompagnate da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio. Tale documentazione potrà essere integrata con altra documentazione che supporti il concreto svolgimento dell'attività (ad esempio, fatture acquisto materiale e/o attrezzature specifiche).

Chi potrà documentare tali requisiti non dovrà sostenere i successivi corsi integrativi.

Gli uffici delle CNA di Savona (ref.: Dott. Matteo Sacchetti) sono a disposizione per la valutazione delle posizioni in capo alle singole imprese e l'eventuale trasmissione della pratica di modifica in Camera di Commercio.

Info
Matteo Sacchetti
tel.: 019/829708-Int. 216
e-mail: matteo.sacchetti[AT]cnasavona.it

cosa ti offriamo

servizi web