La normativa che disciplina il ricorso al lavoro accessorio (buoni lavori), è stata formalmente abrogata a decorrere da venerdì 17 marzo 2017, data di pubblicazione del Decreto Legge di abrogazione in Gazzetta Ufficiale.

 

Il Decreto Legge prevede tuttavia, la seguente norma transitoria: "I buoni per prestazioni di lavoro accessorio richiesti alla data di entrata in vigore del presente decreto possono essere utilizzati fino al 31 dicembre 2017".
In attesa di chiarimenti nel merito, ed in via precauzionale al fine di non incorrere nell'applicazione di eventuali sanzioni, si può ritenere che la situazione operativa che si è venuta a creare, sia la seguente:
- dal 17 marzo 2017, non è più possibile richiedere nuovi buoni lavoro;
- i buoni richiesti il 17 marzo stesso ed i giorni successivi, non possono essere utilizzati a vanno chiesti in rimborso;
- i buoni richiesti fino a giovedì 16 marzo 2017, potranno essere utilizzati, secondo le consuete modalità (compresi quindi gli obblighi di attivazione all'INPS e le comunicazioni preventive agli Ispettorati Territoriali del Lavoro), entro il 31 dicembre 2017.


L'abrogazione dovrà infine essere confermata in sede di conversione in legge del Decreto legge che dovrà avvenire entro 60 giorni dalla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 17 marzo 2017.

 

vaccarino slideshow 3 3

“La CNA è totalmente contraria all’abolizione dei voucher in questo quadro regolamentare che non consente alle imprese, soprattutto piccole, di far fronte ai picchi di attività operando con facilità e assicurando ai lavoratori le garanzie contrattuali e previdenziali. Si tratta di una decisione che alimenta il sommerso e danneggia imprenditori e lavoratori”. Lo dichiara il presidente nazionale della CNA, Daniele Vaccarino che ancora aggiunge:
"quando non si riesce a colpire gli abusi si toglie lo strumento".

 

Si rende disponibile il decreto legge abrogativo: scarica qui

cosa ti offriamo

servizi web