L'articolo 69 del Collegato ambientale, pubblicato in Gazzetta lunedì scorso, introduce un'importante semplificazione per la gestione dei rifiuti speciali pericolosi prodotti, fra gli altri, da coloro che esercitano attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 (parrucchieri, estetisti e tatuatori).

Per tali soggetti, l'obbligo di scrittura sul registro di carico e scarico dei rifiuti e la presentazione annuale del MUD si intenderanno assolti attraverso la conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto compilati al momento del conferimento dei rifiuti a ditta autorizzata.

In pratica viene estesa a tutti i rifiuti pericolosi la semplificazione già prevista per i taglienti e pungenti a rischio infettivo (codice CER 180103*).

"Questa importante semplificazione - dichiara il presidente di CNA Benessere e Sanità, Antonio Stocchi - è il risultato dell'impegno e della mobilitazione della CNA per alleggerire procedure di gestione dei rifiuti palesemente sproporzionate. Una richiesta che è stata finalmente accolta dal Parlamento. Un piccolo, ma significativo, passo in avanti verso la possibilità di conciliare l'interesse generale alla tracciabilità dei rifiuti pericolosi con la sostenibilità economica degli obblighi amministrativi e burocratici che questa comporta".

Ricordiamo infine che le norme introdotte dal Collegato Ambientale entreranno in vigore il 2 febbraio p.v.

Info
Ufficio Ambiente CNA
Luana Pongiglione
tel.: 019/829708-Int. 3
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cosa ti offriamo

servizi web